• FUORI PORTA
  • Un bagno nella foresta al Parco Faunistico la Torbiera a pochi passi da Milano

Un bagno nella foresta al Parco Faunistico la Torbiera a pochi passi da Milano

"La natura è vita ed è la nostra salvezza, non soltanto fisica."

Walter Bonattiparco lago torbiera

L’Organizzazione mondiale della sanità definisce lo stress come il male del ventunesimo secolo. In particolare trovare nuovi modi per gestirlo  e tenerlo sotto controllo è diventato un obiettivo di importanza primaria.

Da cosa deriva il nostro stress?

Secondo uno studio Istat, il 95 per cento dei ragazzi trascorre buona parte del tempo navigando su internet , vive in un ambiente altamente urbanizzato e artificiale, non sa eseguire una capriola e neanche andare in bicicletta . 

I ricercatori denominato questa carenza: deficit di natura.  

Anche il comportamento degli adulti è influenzato dalle nuove tecnologie e, soprattutto, dopo la diffusione del computer, essi trascorrono mediamente il 90% del loro tempo al chiuso.  Ne consegue un aumento del rischio di disturbi mentali quali insonnia, l’ansia,  ma anche fisici come problemi digestivi o  circolatori per arrivare al più comune mal di schiena . Condizioni che contribuiscono ad aumentare il nostro livello di stress. 

Cosa può esserci d’aiuto?  I ricercatori hanno scoperto che i vari elementi dell'ambiente naturale quali l'odore del legno,  il dolce  suono prodotto dall'acqua che scorre, il paesaggio e tutte le sostanze naturali rilasciano in noi un rilassamento tale da ridurre lo stress.

Già negli anni ‘80 i giapponesi avevano coniato il termine’ Shirnin Yoku’ ovvero ‘ bagno nella foresta’,  metodo usato dalla  medicina naturale giapponese per aiutare i pazienti a ritrovare l’armonia tra corpo e mente. 

Al giorno d’oggi in Giappone questa pratica è entrata a  parte di un programma nazionale di sanità pubblica. 

Come funziona questa pratica?  

Ognuno di noi può praticare lo ‘Shinrin Yoku’: basta avere a disposizione un parco o uno spazio verde e addentrarci in esso e semplicemente  passeggiare.  

Respirare la natura, assorbendone suoni, odori e colori.  

Se  praticato con costanza questo bagno nel bosco può aiutarci a rinforzare il sistema immunitario, diminuire ritmi cardiaci e zuccheri nel sangue e ridurre ansia, depressione e rabbia. 

Camminando in  ambiente boschivo svuoteremo la mente, entrando in sintonia con la natura attraverso tutti e cinque i sensi, sentendo effetti benefici su corpo e psiche. 

Un vero pieno di vitamina Green, un mix di sostanze naturali, che combinate insieme, agiscono sulla pressione sanguigna, generando un effetto distensivo e calmante.

Ad esempio sono terapeutici e curativi gli olii essenziali, presenti nel tronco delle piante e rilasciati da esse per difendersi dall'attacco di parassiti e insetti, respirare queste essenze porterà il nostro organismo all’abbassamento dei livelli di cortisolo salivare, ormone dello stress,  ridurrà la nostra frequenza cardiaca, regolarizzerà la pressione e rinforzerà il sistema immunitario.

In gita al Parco Faunistico la Torbiera

Dal Giappone fino all’Italia. A pochi kilometri da Milano un parco faunistico fa al caso nostro.  Un posto capace di farci staccare la spina dalla nostra frettolosa e stancante routine quotidiana.  Un luogo da favola capace di riportarci al dialogo con noi stessi e con la natura. Caratterizzato da un clima mite e sempre umido, attorniato da  numerosi laghetti che lo  arricchiscono,  il Parco Faunistico La Torbiera nasce in quella regione di confine fra Pianura Padana e Prealpi. 

Si trova ad Agrate Conturbia, in provincia di Novara e  si estende su una superficie di 40 ettari, immerso in un bosco di betulle, castagni e salici.  Non è un parco faunistico come gli altri, qui gli animali sono liberi di muoversi ed i visitatori di scoprirli , passeggiando tranquillamente immersi nel bosco. La Torbiera è infatti come una piccola isola, un’area protetta, rifugio di animali e piante. Oltrepassando il suo ingresso avremo la sensazione di immergerci in una foresta.  Intorno a noi  pappagalli colorati ci accolgono, lungo i sentieri piuttosto pianeggianti, udiamo suoni di specie rare e poco conosciute.

Il Parco faunistico è infatti considerato il più importante centro italiano per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione. Le aree che ospitano gli animali sono state realizzate per il loro benessere, con folta vegetazione dove potersi rifugiare, è quindi l'animale stesso che decide quando e come esporsi alla nostra vista.  

Armati di rispetto possiamo quindi scegliere di addentrarci nel parco. Ad attenderci un bellissimo pappagallo giallo- blu sembra salutarci. Proseguendo nel percorso incontriamo il Binturong, chiamato anche gatto orsino, più avanti il cervo Muntiak, il gatto pescatore e i particolari tapiri del Sud America.  In un piccolo laghetto possiamo vedere nuotare le lontre e nel grande lago centrale i pellicani, che  nuotano e volano sul lago, e specie di uccelli bellissimi,  come cormorani o aironi e le anatre con i loro piccoli. Continuando nel percorso troviamo  la tigre dell’Amur, un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei felini, due esemplari di leopardo dell’Amur, originari delle foreste temperate dell’Asia, il particolarissimo leopardo Nebuloso e l’Ocelot, un felino selvatico diffuso in SudAmerica. 

tigreIn una vasta area verde possiamo poi incontrare i ghepardi.  Più avanti  il gatto Manul, un particolare gatto diffuso in Asia Centrale. gattolatorbiera

Continuando i maestosi leopardi delle nevi.  La martora, un piccolo mammifero carnivoro, la donnola, ed infine i gibboni, che troviamo appesi nelle loro corde, mentre saltano da una parte all’altra tra le piante. Proseguendo il nostro percorso nel Parco Faunistico La Torbiera, possiamo poi  entrare nell’area riservata ai daini, dando loro erba da mangiare, possiamo osservare il criscione, chiamato anche lupo dalla criniera, originario del Sud America, vari tipi di cervo e i particolari Wallabi delle paludi, dei piccoli canguri che saltellano nella loro area. Il parco faunistico La Torbiera è un parco naturale, selvaggio, è rimasto tutto come la natura ha creato, non è stato modificato nulla ed è proprio questa la particolarità di questo parco. Esso appartiene tutto agli animali. Quello che contraddistingue questo parco dagli altri parchi faunistici è la sua serena semplicità. Proprio  camminando e restando in silenzio, praticando così lo Shirnin Yoku potremo  dunque  ammirare tutti gli animali che vivono nel parco godendo degli effetti benefici del paesaggio circostante. 

Volendo dunque passare una giornata di pace e relax, lontano dal traffico della città, vi consiglio questo come luogo perfetto. Nel silenzio più profondo, riusciremo finalmente a udire i suoni meravigliosi che la natura ci dona. Finalmente ritroveremo noi stessi. La natura non è un posto da visitare. È casa nostra.

Pronti dunque a tornare a casa?

È possibile prenotare visite guidate e laboratori didattici. Il parco organizza feste di compleanno, giornate a tema, centri estivi e molte altre attività immerse nella natura.

Orario d'apertura
Dal 1° aprile al 30 settembre aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 18.00* (festivi sino alle 19.00).
Marzo, Ottobre e Novembre aperto Sabato e Festivi dalle ore 10.00 alle 17.00
Prezzi d'Ingresso
Intero € 14,00.
Ridotto (da 4 a 11 anni) € 10,00.
Bambino fino a 4  anni

Parco Faunistico La Torbiera
via Borgoticino Sud
28010 Agrate Conturbia (NO)

Potrebbe interessarti anche:

Parchi avventura Lombardia

Parchi Family Friendly

Parchi Faunistici lombardi

Parchi acquatici Milano: divertimento assicurato

Pin It

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964