• Musei
  • Museo della Pentola a Rozzano: un viaggio dal III secolo ai giorni nostri

Museo della Pentola a Rozzano: un viaggio dal III secolo ai giorni nostri

Fra i tanti musei esistenti vi è anche quello della Pentola, che presenta una interessante collezione di questo utile strumento dalla lunga storia che ancora continua.

Il Museo delle Pentole nella Storia, questo è il nome esatto, è stato fondato nel 1985 da AMC Italia, azienda specializzata nella produzione e vendita di pentole e padelle di alta qualità e accessori per ogni tipo di esigenza culinaria.pentole antiche pexels sultan ali 11171717

Sappiamo che la storia legata alla pentole è molto antica e risale a quando l’uomo ha intuito la necessità di far cuocere il cibo, ecco allora nascere contenitori in materiali diversi, sino a giungere a quelli moderni di oggi. Su questa base nasce il Museo delle Pentole nella Storia dopo una ricerca durata diversi anni e che ha portato alla nascita di questo interessante e istruttivo Museo. Vario era il materiale raccolto, vuoi donato da singoli cittadini, vuoi raccolto da altri fonti, tanto che si è ritenuto importante, per classificare ogni singolo pezzo, consultare il Direttore del Museo Archeologico di Milano e dei Musei del Castello Sforzesco, e il Direttore del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica “Leonardo da Vinci” di Milano, i quali dopo aver studiato e valutato i pezzi migliori e che più rappresentassero attinenza al tema del Museo, e provveduto ad alcuni restauri dei più antichi, si è dato vita al Museo vero e proprio. È doveroso confermare che la serietà e l’accuratezza della ricerca hanno portato al riconoscimento ufficiale da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Museo presenta una superficie di 4000mq e si trova a Rozzano, in provincia di Milano. La ricca collezione presenta reperti che coprono un periodo storico che va dal III secolo a.C. sino ai giorni nostri. Fermarsi ad osservare ogni vetrina con esposti i reperti è davvero emozionante in quanto permette di ripercorrere le tappe dell’evoluzione umana attraverso il continuo mutamento degli strumenti di cottura dei cibi e del loro diverso uso. Si possono osservare dei pezzi interessanti e unici, come ad esempio la “Stofeia” in terracotta del 1500, oppure il prezioso “bronzin piemontese” del 1800, o la “tegliuzza meridionale” del 1700, così come vedere come era la prima pentola a pressione della storia, una caffettiera in latta o un mestolo in bronzo del I secolo d.C.

La “Stofeia o Stovador” era un contenitore in coccio con quattro manici per lunghe cotture di carni o cereali. Il “Bronzin piemontese” è un contenitore finemente cesellato, mentre la “Tegliuzza meridionale” di forma rigonfia e panciuta, serviva per cuocere verdure, focacce, dolci.

Visitando questo interessante Museo si può conoscere l’evoluzione della pentola che passa da un semplice coccio al rame, al ferro, all’alluminio, all’acciaio, alle pentole così dette “armate”, e vedere come si trasformano anche nella forma, che spesso portano raffigurazioni davvero artistiche e preziose.

Si può anche ammirare la ricostruzione di una bottega del calderaio con tutti gli strumenti, perfettamente funzionanti, che usava per fabbricare le pentole. Una curiosità sono autentiche cucinette d’epoca funzionanti per bambole del 1800.

Il Museo si trova a Rozzano in via Eugenio Curiel, 242 Amc Italia. Telefono: 02575481 – E-mail marketing@amcitalia.it o scrivendo all’indirizzo it@amc.info.

Visitabile su richiesta, sia di privati che per scolaresche.

Un altro interessante Museo che MilanoFree vuole far conoscere al pubblico per arricchire le proprie conoscenze.

Pin It

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964