• Milano
  • turismo
  • I Parchi di Milano: Parco Lambro e Parco Lambretta

I Parchi di Milano: Parco Lambro e Parco Lambretta

La nostra città di Milano possiede alcuni parchi e giardini, ma esattamente quanti? Ebbene, sono ben settantatré. (se non ho contato errato). Alcuni sono ben noti a tutti i milanesi e anche ai turisti, ma altri hanno minor fama e rimangono semi sconosciuti o noti solo ai residenti. Mi sono allora preso l’iniziativa di farli conoscere tramite articoli pubblicati su MilanoFree. Inizio illustrando il Parco Lambro e il parco della Lambretta, che fanno parte del Municipio 3. parco lambro milanofree

 

Il Parco Lambro

Il Parco Lambro è uno dei più grandi della nostra città, anche se oggi è stato ridotto dei suoi novecentomila metri quadrati a poco meno di ottocentomila, per fare posto alla tangenziale Est e alla sistemazione del Cimitero di Lambrate. Il progetto era nato con l’intento di riprodurre un parco con un tipico paesaggio lombardo, dalla collina alla pianura, ed era stato inaugurato nel 1936. Purtroppo del parco originale rimane ben poco, tra l’altro negli anni settanta le acque del fiume Lambro sono andate incontro a un inquinamento sempre più invasivo, tanto che le sue acque sono considerate “biologicamente morte”. Molte le rogge presenti che alimentavano una serie di laghetti, ora tutti prosciugati a causa dell’inquinamento chimico. Anche l’incuria e l’abbandono, nonché la presenza di prostituzione e spaccio di droga, contribuiscono alla dequalificazione del parco.

Gli ingressi al parco sono otto e al suo interno vi sorgono cinque cascine, e sono: Cascina San Gregorio Vecchio, che è ancora attiva come azienda agricola; cascina Mulino Torrette, che è divenuta la sede di Exodus, e che conserva le ruote a pale e le macine dell’antico mulino. Vi è poi la Cassinetta San Gregorio e la Cascina Biblioteca, in attività sino agli anni settanta poi sede di una comunità per disabili. La Cascina Mulino San Gregorio ospita le Guardie Ecologiche Volontarie.  I viali del parco superano i quattro chilometri. Vi sono due aree attrezzate per il gioco dei bambini, campi da calcio e una pista di Skateboard.

Il parco lo si può facilmente raggiungere con i mezzi pubblici di superficie o della Metropolitana.

Parco della Lambretta

Parco della Lambretta, chiamato anche Parco dell’Acqua ma noto anche come Parco Maserati. È stato inaugurato nel 2004 e presenta una superficie di 110.0 00 m2. Gli ingressi al parco sono tre. Il parco è stato ricavato dove sorgeva il complesso industriale Innocenti Maserati a Lambrate, appunto nel Municipio 3 di Milano. Nel 1997 il Comune di Milano indisse un concorso di idee per un piano di riqualificazione urbana, e da questo concorso è nato il Parco. Vi si trova un laghetto con la piazza e la fontana monumentale progettata dall’architetto Luigi Caccia Dominioni, collegato al “viale dei Platani”. Negli oltre 56.000 metri quadrati vi sono percorsi pedonali e piste ciclabili mentre le aree di gioco per i più piccini sono sei. Vi sono anche due aree riservate ai cani. Di diverse tipologie sono le piante e i cespugli messi a dimora.

Nell’area dove ora sorge il parco, vi era la Innocenti, una delle più note aziende metal meccaniche italiane, fondata a Milano nel 1933 dall’imprenditore toscano Ferdinando Innocenti. Altra azienda presente era quella della Maserati, fondata nel 1914, produttrice di automobili sportive di lusso.

 

Con questo primo articolo termino la breve presentazione di due parchi della nostra Milano compresi nel Municipio tre. Mi riservo di farne conoscere altri con successivi articoli.

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964